• Ultime inserzioni

Gli investigatori privati in aiuto delle famiglie – Controllo dei minori.

Quando è che un genitore giunge alla conclusione che, per tutelare suo/a figlio/a, è opportuno rivolgersi ad un investigatore privato per “controllarlo” nelle sue attività al di fuori del nucleo famigliare?

Non vi è uno standard preciso, ma certamente potrebbe essere opportuno ricorrere a tale decisione in caso di grave e fondato sospetto che, i comportamenti del minore, possano celare problemi legati al bullismo, allo spaccio o al consumo di sostanze stupefacenti, al mancato rispetto degli obblighi scolastici, all’abuso di alcol, in poche parole alla microcriminalità.

A differenza di quanto moltissime persone sono portate a credere, certamente per via della disinformazione dilagante, l’attività di un investigatore privato non riguarda esclusivamente questioni di infedeltà coniugale, i detective privati offrono numerosissimi servizi, e tra questi anche “il controllo e la tutela dei diritti dei minori”, attività svolta sempre con la massima discrezione e professionalità.

Il genitore non può essere sempre presente nella vita dei propri figli, non per colpe ma per necessità, per questo spesso è praticamente all’oscuro dei comportamenti del giovane al di fuori del nucleo famigliare, per questo il lavoro dell’investigatore privato risulta spesso provvidenziale.

Un detective privato è prima di tutto un professionista dell’investigazione,sa come muoversi nello stesso ambiente in cui si muove il minore, senza farsi notare e documentando il tutto con materiale video e/o fotografico.

Per questo motivo sempre più famiglie decidono di rivolgersi ad un’agenzia investigativa per monitorare i propri figli, per evitare che il sospetto celi realtà pericolose e che tali comportamenti possano deviare la crescita sana dei ragazzi, compromettendo per sempre il loro ruolo nella società civile.

In Puglia, ad esempio, la IURIS INVESTIGAZIONI con sede a Trani, risulta essere tra le più competenti in merito al trattamento di questi casi.